Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle e-mail dei lettori, puoi inviarmi una libera donazione. Per info: clicca qui.


giovedì 1 luglio 2021

Il condottiero dell'armata modernista

Penso che il movimento modernista non abbia un vero e proprio "condottiero", ma che sia organizzato in gruppi autonomi, uniti solamente dall'avversione per la Tradizione. I seguaci del modernismo vanno un po' per conto proprio, però si nota la forte influenza di certa gente con grembiulino, squadra e compasso, cioè i massoni.

Non si tratta di un “sospetto temerario”, ci sono le testimonianze e le prove che certi personaggi di area modernista sono legati alla massoneria. Del resto non c'è bisogno di prove visto che le analogie tra i miliziani del movimento modernista e i massoni sono troppo evidenti, basti pensare che la pensano allo stesso modo su importanti questioni riguardanti la fede e la morale. Ovviamente non sto dicendo che tutti i modernisti siano anche massoni, però è lampante il fatto che la massoneria e il modernismo abbiano vari punti in comune.

Oggi non si parla quasi più del pericolo costituito dalle sette massoniche, eppure io penso che se vogliamo accelerare la caduta del modernismo dobbiamo rinvigorire la lotta contro la massoneria. So benissimo che loro dispongono di radio, televisioni, giornali, case editrici, scuole, università, banche, eccetera, e la lotta può sembrare impari, ma adiutorium nostrum in nomine Domini. Noi confidiamo nella Santissima Trinità, non in qualche falso idolo.